22082017Ultime notizie:

Nasce a Castelsardo l’associazione “Nuovi Orizzonti”

chistian-speziga-slide

Christian Speziga

Il tessuto sociale di Castelsardo si arricchisce di un nuovo soggetto culturale. Si tratta dell’associazione “Nuovi Orizzonti”, per la quale nei giorni scorsi è stato formalizzato il consiglio direttivo. Il presidente scelto è Christian Speziga, che sarà coadiuvato dalla vice Marzia Lepori e dal segretario organizzativo Maddalena Sini. Fanno parte del gruppo: Samuele Fattaccio, Andrea Sini, Gianluca Murroni, Selene Ligios, Francesca Carbini, Mariuccia Carta, Roberta Oggiano, Pietro Sanna, Giovanni Pinna e Giacomo Lupino.

Nuovi Orizzonti ha lo scopo di svolgere attività nei settori culturali, sociali, ricreativi e promozionali del territorio, con particolare attenzione alle manifestazioni musicali, teatrali, cinematografiche e delle arti più in generale, nonché la valorizzazione del grande patrimonio storico culturale ed archeologico. L’associazione nasce dal presupposto di dare impulso e sostanza alla valorizzazione del grande patrimonio storico e culturale di cui è ricco Castelsardo e più in generale l’Anglona.

Al riguardo, Castelsardo vanta un numero considerevole di siti archeologici come i nuraghi di “Su Tesoru”, “Paddaggiu”, “Elpighia”, “Lu Franzesu” ecc. Per dare valore agli stessi siti, la compagine si attiverà per la cura e la manutenzione delle aree adiacenti, garantendo almeno l’accessibilità ai luoghi attraverso la pulizia e la creazione di percorsi idonei. Per non parlare del grande monolito archeologico della Roccia dell’Elefante, per il quale l’associazione intende promuovere una specifica iniziativa, denominata “Elefantino di bronzo”, che si terrà nei prossimi mesi e avrà come tema dominante la valorizzazione.

«Le problematiche inerenti il centro storico, e più in generale le questioni relative allo sviluppo turistico dell’antico borgo, saranno poste al centro del dibattito pubblico. Le attività comprendono anche il settore dell’edilizia, con iniziative mirate al rilancio attraverso il sollecito di una nuova pianificazione urbanistica, adeguata alle nuove esigenze di un territorio da troppo tempo trascurato», sottolinea il presidente Speziga.


-- Scarica articolo in PDF --


What Next?

Articoli Correlati