22082017Ultime notizie:

Sennori – Monumenti Aperti 2015 (foto)

sennori-featuredTanto duro lavoro e un’intera comunità che si adopera per mettere in mostra il meglio di sé e della propria storia. È questa la formula vincente della prima edizione sennorese di “Monumenti Aperti”. Fra sabato 16 e domenica 17 maggio, il borgo romangino ha accolto oltre 3500 visitatori provenienti da tutta l’Isola. Grande successo per le decine di bambine e bambini dell’Istituto comprensivo che hanno vestito i panni di piccoli ciceroni guidando il pubblico nei monumenti del paese. Nel percorso, messo a punto dall’assessorato alla Cultura di Nicola Sassu, erano previsti 13 tappe e una serie di servizi e micro eventi collaterali messi a disposizione da commercianti, artigiani e ristoratori che hanno aderito con entusiasmo alla prima edizione sennorese della manifestazione.

La due giorni dedicata alla cultura si è aperta sabato pomeriggio con una cerimonia svolta al parco delle Rimembranze, davanti al monumento ai Caduti costruito nei primi anni ᾿80. Alla cerimonia sono intervenuti il sindaco, Roberto Desini, il presidente del Consiglio regionale, Gianfranco Ganau, l’assessore regionale al Turismo, Francesco Morandi, l’assessore comunale alla Cultura, Nicola Sassu, la dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo di Sennori, Ivana Camboni, il coro della scuola media diretto dal professore Marco Lambroni. «Siamo orgogliosi di entrare a far parte del circuito Monumenti Aperti, una manifestazione che ci consente di valorizzare il patrimonio storico di Sennori e di offrirlo ai visitatori», ha detto il sindaco, Roberto Desini che a nome della giunta ringrazia tutti i sennoresi che si sono impegnati per la buona riuscita dell’evento. Parole di elogio sono state pronunciate sia dall’assessore Morandi sia dal presidente Ganau, favorevolmente colpiti dalla folta partecipazione all’evento da parte dei bambini sennoresi.

La prima edizione della storia sennorese è stata un concentrato di cultura e antiche tradizioni. Racconti di vita attorno alla fontana delle Conce, l’olio e il pane tradizionali, gli spettacoli di burattini, il “Caffè della poesia”, le lezioni di cottura del pane tradizionale, la mostra fotografica di Elena Cornalis: sono soltanto alcune delle attività offerte al pubblico.

I bambini di Sennori hanno portato a compimento tanti mesi di duro lavoro e studio della storia e delle tradizioni locali. A loro è spettato il compito di guidare i visitatori nei siti inseriti nel programma: Chiesa parrocchiale di San Basilio, Chiesa di San Giovanni, Chiesa di Santa Lucia, Chiesa del Rosario, Chiesa di Santa Croce, Sala Consiliare del Municipio, Monumento ai Caduti, Domus de janas dell’orto del Beneficio parrocchiale, Tomba dei giganti di Oridda, Fontana delle Conce, Funtana Fritta, Funtana Noa, Casa di Rosa Gambella.

Di seguito la galleria di foto delle giornate

What Next?

Articoli Correlati