26052019Ultime notizie:

Crisi Meridiana, Nicola Bianchi (M5S): «Governo intervenga con urgenza»

nicola bianchi«Il  Governo agisca concretamente e immediatamente per i 1634 dipendenti di Meridiana che rischiano di perdere il posto di lavoro. Le parole non servono. Servono i fatti. Non c’è molto tempo. Il prossimo 21 ottobre scadrà la sospensione della procedura di mobilità avviata dall’azienda circa un mese fa». Questo è il messaggio che il deputato del MoVimento 5 Stelle, Nicola Bianchi, ha inviato ai ministri del Lavoro, dello Sviluppo economico e dei Trasporti con l’interpellanza urgente, a sua prima firma, sulla vertenza Meridiana, discussa questo pomeriggio alla Camera. «Il MoVimento 5 Stelle si sta battendo per i lavoratori Meridiana che rischiano il licenziamento con tutti i mezzi che ha a disposizione. Mentre io ero in Aula ad illustrare l’interpellanza, il collega Alessandro Di Battista era ad Olbia ad ascoltare la voce dei dipendenti della compagnia aerea. Il M5S è compatto, propositivo e presente anche in questa occasione, come sempre», ha spiegato il deputato pentastellato.

«Oggi dal Governo abbiamo avuto la solita ‘non risposta’. Il sottosegretario De Filippo ha letto il compitino che gli hanno preparato, fatto soltanto di parole che si porta via il vento. C’è da dire che apprezziamo l’interesse che il ministro Poletti e il ministro Lupi stanno mostrando nei confronti del salvataggio dell’azienda Meridiana e dei 1634 lavoratori che rischiano il licenziamento. Abbiamo apprezzato, a settembre, l’apertura del tavolo interministeriale che ha permesso di far arrivare la vertenza Meridiana a Roma. Ma interessarsi al problema non vuol dire risolverlo. Servono fatti concreti», ha commentato il cittadino portavoce Nicola Bianchi.

Che continua: «Siamo di fronte a una crisi aziendale di altissimo livello. Meridiana è la seconda compagnia aerea italiana e contribuisce, come tutte le aziende italiane, allo sviluppo economico del nostro Paese. Meridiana riveste un ruolo di fondamentale importanza per il trasporto aereo. Fa viaggiare, infatti, ogni anno circa quattro milioni di passeggeri, di cui un milione e mezzo da e per la Sardegna. Oggi, però, i vertici aziendali preferiscono puntare sulla controllata Air Italy perché più moderna e competitiva», ha sottolineato il parlamentare del M5S.

«È vero che questa di Meridiana è una vertenza molto delicata, ma è anche vero che un Esecutivo serio deve cercare in tutti i modi di risolvere il problema. Un Governo serio, non un Governo che distrugge i diritti dei lavoratori, come quello che abbiamo in Italia. Se il MoVimento 5 Stelle fosse al Governo, inserirebbe subito il reddito di cittadinanza. Sarebbe un aiuto concreto per coloro che perdono il lavoro. Se il reddito di cittadinanza già ci fosse, allevierebbe – almeno in parte – le pene che in questi giorni stanno soffrendo i 1634 lavoratori di Meridiana», ha concluso Nicola Bianchi.


-- Scarica articolo in PDF --


What Next?

Articoli Correlati