18122018Ultime notizie:

Pa, al via la rivoluzione di “@e.bollo” per pagare le marche online

norme-e-tributi-slideI contribuenti potranno pagare online le marche da bollo sulle richieste trasmesse in via telematica alla pubblica amministrazione e sui relativi atti. Con la pubblicazione del provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 19 settembre 2014, d’intesa con il Capo dipartimento della Funzione pubblica, prende il via il progetto “@e.bollo” grazie al quale sarà possibile versare l’imposta anche con carte di credito, di debito o prepagate. Il servizio sarà operativo nei prossimi mesi, considerati i tempi tecnici necessari allo sviluppo delle procedure, da parte delle Pa e degli intermediari che offriranno i servizi di pagamento, sulla base delle linee guida e delle specifiche tecniche elaborate dall’Agenzia delle Entrate e dall’Agenzia per l’Italia digitale.

Il pagamento online della marca da bollo sarà in una prima fase possibile esclusivamente sui siti internet delle Pa che offriranno servizi interattivi di dialogo con gli utenti per la richiesta e il rilascio dei documenti elettronici. Il progetto prevede, in una seconda fase, anche l’attivazione di procedure di pagamento della marca da bollo digitale per le richieste e per i relativi atti scambiati tra cittadini e Pa via posta elettronica.

A partire dai prossimi mesi l’Agenzia delle Entrate e l’Agenzia per l’Italia Digitale pubblicheranno l’elenco delle amministrazioni che progressivamente attiveranno i servizi e quello degli intermediari che forniranno il servizio di pagamento e di emissione della “marca da bollo digitale”. Inoltre, sarà a breve disponibile sul sito internet delle Entrate una guida operativa dedicata ai contribuenti.

L’introduzione di “@e.bollo” costituisce inoltre un incentivo allo sviluppo di procedure online per la gestione delle istanze o per il rilascio di atti e documenti, in un quadro di semplificazione degli adempimenti a favore dei contribuenti.


-- Scarica articolo in PDF --


What Next?

Articoli Correlati